8 dicembre 2010

Frigidaire 230 e Linus Dicembre

Numero 230 per Frigidaire, in edicola da dicembre 2010 a gennaio 2011.
Per traghettarci degnamente verso il nuovo anno, in questa occasione mi troverete alle
prese con la passione per i delitti efferati, questa morbosità socialmente accettabile.
La morale è: se proprio non riusciamo a smettere di sbirciare la scena dell'incidente,
prestiamo almeno attenzione a chi ci sta intorno
(fossero pure le stoviglie di casa)!




...e nuova poesia/fumetto anche questo mese per l'inevitabile numero natalizio di Linus,
laddove i testi dell'ottimo Ivan ci riservano il giusto tocco crepuscolare che ben si addice
alla fine. Dell'anno, chiaramente.
Dell'anno.




8 commenti:

marcocorona ha detto...

centro!

SQUAZ ha detto...

il difficile è trovare le chiusure, le battute finali (ammesso che siano necessarie). il più delle volte mi verrebbe da scivolare nel demenziale.
i casi sono due: o sono troppo intelligente o troppo idiota.
nel mezzo ci sono le battute ad effetto.

marcocorona ha detto...

anche l'acquarello sbiadito è fenomenale, molto intenso, quasi quasi mi ha commosso

SQUAZ ha detto...

coroner, Lei ha dunque un cuore!
(non ne dubitavo)
il bello è che l'acquerello è stato "riprocessato" al computer: l'originale è una vera fetecchia.
e finché qualcuno non mi presta uno scanner della epson come ha fatto Lei, dovrò accontentarmi di quello che ho...

marcocorona ha detto...

mi piace anche riprocessato...ti chiedo troppo se ne posti una versione che possa vedere senza che mi si stacchi la retina?

SQUAZ ha detto...

l'unica versione che ho è quella che vedi (o meglio, che vedevi prima dei casini alla retina).
nel caso, c'è sempre Linus in edicola dove la stampa ha trasformato tutto in un bel marrone-cacca-di-cammello.

marcocorona ha detto...

comprerò linus solo quando mi pagherà per pubblicarci sopra dei miei disegni, a quel punto andrò in edicola e me lo comprerò...solo per vedere se hanno usato anche per i miei disegni lo stesso marrone di cammello.

SQUAZ ha detto...

provaci dài!
sono soddisfazioni ineffabili